Piano Pilota per la conservazione programmata per i beni culturali dell’Umbria

Nel 1976 il Piano Pilota per la conservazione programmata per i beni culturali dell’Umbria fu proposto dall’allora Direttore dell’Istituto Centrale del Restauro, Prof. Giovanni Urbani, alla Regione Umbria e ad altri soggetti istituzionali. Il Piano proponeva una visione radicalmente nuova della prassi di conservazione del patrimonio storico artistico italiano: non interventi di restauro successivi, bensì monitoraggio e manutenzione ambientale preventivi. L’obiettivo era immaginare e organizzare una conservazione programmata del contesto che avrebbe permesso la manutenzione delle opere mobili e immobili senza dover più effettuare restauri.
Il territorio umbro veniva inteso come ambito di sperimentazione e prima applicazione di questo nuovo impianto.
Questa visione radicalmente innovativa destò interesse e dibattiti al momento della sua proposta e, negli anni, ha innovato i concetti di prevenzione, manutenzione e restauro, fino al loro riconoscimento giuridico nell’art. 29 del Codice dei beni culturali e del paesaggio (d.lgs. 42/2004).
Il progetto prevede la pubblicazione del Piano Pilota in forma integrale, con tutti gli allegati tecnici, corredato di alcuni dibattiti ormai storicizzati, come gli atti del convegno di Perugia del novembre 1976 e gli atti del convegno di Pisa del 2004 su Giovanni Urbani e la conservazione programmata. Sono stati inoltre recuperati e resi disponibili altri testi storici, tra cui la versione preliminare del Piano Pilota risalente al 1973. Ai testi storici sono aggiunti quattro saggi (B. Toscano, L. Abbondanza, F. Montanari, L. Giacchè).
Il progetto terminerà il 31/01/2018. Si prevede l’organizzazione di un convegno a Perugia per il mese di gennaio per la presentazione del progetto.
Il professor Bruno Toscano e la dott.ssa Rita Cassano, con la collaborazione della dott.ssa Letizia Abbondanza, sono gli ideatori del progetto, a cui la Scuola Normale ha aderito sotto la supervisione scientifica del prof. Massimo Ferretti e con la collaborazione della dott.ssa Denise La Monica.

Responsabile scientifico
Il responsabile scientifico presso la Scuola Normale è il prof. Massimo Ferretti, ordinario di storia dell’arte. Il progetto è ospitato per il suo svolgimento presso il laboratorio DOCSTAR, di cui è direttore il Prof. Flavio Fergonzi.


logo CRPerugia   Il progetto è condotto con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Altri soggetti coinvolti
La Fondazione Camillo Caetani di Roma e la Fondazione Duccio Marignoli di Spoleto sostengono l’iniziativa.
L’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro ha autorizzato la pubblicazione del Piano Pilota e sostiene l’iniziativa.
La Regione Umbria ha messo a disposizione i propri archivi istituzionali per le indagini scientifiche.


W3C quality assurance

Convalida XHTML Convalida CSS
LABORATORIO DI DOCUMENTAZIONE STORICO ARTISTICA
piazza dei Cavalieri, 8 56126 Pisa, Italia
Tel. 050.509870 Fax 050.509790
E-mail: docstar@sns.it
sfondo piede